Se leggendo i testi di questo sito trovi qualcosa che non è chiaro, scrivici.. e noi ti risponderemo.

"Gli errori delle donne (in amore)" di Giorgio Nardone


La Terapia degli Attacchi di Panico Giorgio Nardone a Ordine Psicologi Lombardia

PROBLEMI PSICOLOGICI

Disturbi d'ansia
Attacchi di panico con o senza agorafobia, ansia da prestazione, fobia sociale, disturbo post-traumatico da stress, fobie specifiche.
Ossessioni ossessioni,compulsioni,dubbio patologico,ipocondria, dismorfofobia, disturbi somatoformi.
Depressione (varie forme)
Disordini alimentari Anoressia,Bulimia,Vomiting,Binge Eating.
Problemi relazionali Coppia,Genitori-Figli, Lavoro,Contesti sociali
Problemi dell'infanzia e dell'adolescenza Deficit attentivo, disturbo oppositivo-provocatorio, mutismo elettivo,disturbo da evitamento, ansia da prestazione, fobia scolare,ecc.
Disturbi sessuali
Difficoltà di erezione, eiaculazione precoce, vaginismo, dispaurenia, disturbi del desiderio.
Dipendenze da Internet chat,shopping,scommesse,sex online,Information addiction

L'APPROCCIO STRATEGICO E LE LOGICHE UTILIZZATE.
L’approccio strategico e i modelli di intervento che ne derivano utilizzano logiche ordinarie e, più frequentemente, logiche non ordinarie. Nell’applicazione dei modelli, ciò si concretizza nell’utilizzo di criteri logici (che per consuetudine chiamiamo ‘stratagemmi’) che possono apparire ‘strani’ o inconsueti poiché seguono logiche diverse da quelle abituali e lontane da quelle utilizzate negli altri approcci convenzionali.
Le logiche e i criteri applicativi non sono costruzioni astratte, ma il risultato delle scoperte che negli anni sono state fatte risolvendo migliaia di casi e scoprendone il funzionamento mediante la loro soluzione.
In seguito gli stessi criteri sono stati ritrovati nell’arte di risolvere problemi utilizzata nelle antiche civiltà soprattutto nelle pratiche della caccia, della pesca, della guerra,  della scoperta; ovvero in quelle attività che non richiedono una teoria forte, ma al contrario una capacità operativa flessibile e orientata al risultato.

COS'È LA LOGICA?
La logica è il metodo con cui  l’uomo da sempre mette in pratica le proprie conoscenze, risolve problemi, raggiunge obiettivi. La logica è un ponte tra fra la teoria e la sua applicazione diretta, poiché costruisce dei modelli  di come fare concretamente.
Comunemente si  identifica  ‘la logica’ con la logica lineare, causalistica, non contraddittoria; in altre parole con quella logica aristotelica o, altrimenti chiamata, logica ordinaria. È luogo comune pensare anche che le decisioni, le motivazioni, le azioni abbiano alla loro origine una causa, al punto che anche se non la si trova la si cerca fino a trovare una spiegazione che sappiamo essere falsa, ma che assumiamo come vera” perché ci rassicura” (Nietzsche,1994). Ciò accade perché siamo stati educati ad utilizzare la logica aristotelica su cui si basa tutta la cultura occidentale.
In realtà le nostre decisioni e azioni sono pilotate dai nostri bisogni, emozioni, istinti, credenze e raramente  seguono criteri razionali.
Al contrario seguono criteri logici basati sul paradosso, sulla contraddizione, sulla credenza, ovvero su logiche non ordinarie, quelle che utilizziamo ogni giorno e che poi rinneghiamo costruendo rassicuranti  autoinganni razionali che spieghino a noi stessi e agli altri i motivi del nostro sentire e agire.

Per saperne di più: