Se leggendo i testi di questo sito trovi qualcosa che non è chiaro, scrivici.. e noi ti risponderemo.

"Gli errori delle donne (in amore)" di Giorgio Nardone


La Terapia degli Attacchi di Panico Giorgio Nardone a Ordine Psicologi Lombardia

PROBLEMI PSICOLOGICI

Disturbi d'ansia
Attacchi di panico con o senza agorafobia, ansia da prestazione, fobia sociale, disturbo post-traumatico da stress, fobie specifiche.
Ossessioni ossessioni,compulsioni,dubbio patologico,ipocondria, dismorfofobia, disturbi somatoformi.
Depressione (varie forme)
Disordini alimentari Anoressia,Bulimia,Vomiting,Binge Eating.
Problemi relazionali Coppia,Genitori-Figli, Lavoro,Contesti sociali
Problemi dell'infanzia e dell'adolescenza Deficit attentivo, disturbo oppositivo-provocatorio, mutismo elettivo,disturbo da evitamento, ansia da prestazione, fobia scolare,ecc.
Disturbi sessuali
Difficoltà di erezione, eiaculazione precoce, vaginismo, dispaurenia, disturbi del desiderio.
Dipendenze da Internet chat,shopping,scommesse,sex online,Information addiction

ORGANIZZAZIONI

accordobuyGli interventi nelle organizzazioni e nelle aziende costituiscono una parte rilevante dell'evoluzione operata in questi anni dal gruppo facente capo al Centro di Terapia Strategica di Arezzo e dalla sua divisione Change Strategies. Sono stati gli stessi dirigenti e manager a richiedere interventi strategici, per i quali sono stati messi a punto specifici modelli.

Gli interventi nelle organizzazioni sono basati sul problem solving strategico, sulla comunicazione e sul coaching strategico.

La tipologia degli interventi va dagli interventi diretti, a quelli di consulenza e supervisione, a quelli di formazione e di coaching.

In linea di massima l'approccio al problema si articola in 4 stadi: 1) definizione del funzionamento del problema, delle tentate soluzioni messe in atto, accordo sugli obiettivi da raggiungere 2) individuazione e applicazione della strategie più opportuna per raggiungere gli obiettivi 3) misurazione degli effetti e dei risultati e previsione di riadattamento  4) ridefinizione del cambiamento avvenuto alla luce degli interventi attuati e dei risultati raggiunti.

Allo stesso modo, mediante tecniche specifiche, si definiscono gli obiettivi, che devono essere Specifici (concreti e chiari) Misurabili (definiti in termini di risultati osservabili) Accordati (condivisi da tutti, committenza compresa) Realizzabili (in base a vincoli ed risorse) Tempificati (raggiungibili in un tempo determinato). Con altre tecniche e logiche vengono individuati gli step opportuni per raggiungere gli obiettivi e i risultati concordati.

In entrambi i casi vengono utilizzate logiche non ordinarie (dette appunto 'strategiche') che non hanno nulla a che vedere con le tradizionali, convenzionali modalità di fare consulenza o formazione. 

Le strategie adottate hanno le seguenti caratteristiche:  devono essere flessibili (ovvero adattarsi al problema e alle persone ( e non viceversa)) minimali (cioè devono mirare a piccoli cambiamenti all'interno del sistema) autocorrettive (ovvero devono essere modificate se i risultati non sono soddisfacenti) e adattate (cioè comunicate nel linguaggio e la logica delle persone coinvolte).

Attraverso una serie di tecniche che utilizzano logiche non ordinarie e mediante ristrutturazioni della percezione si ottiene un cambiamento che opera un effetto domino, a cascata, entro il sistema. Il cambiamento, inoltre, non avviene secondo una teoria a priori di come le cose devono essere, nè attraverso una imposizione, bensì adattando la strategia al problema, alle persone e al contesto e, tutto ciò, attraverso un procedimento di progressiva scoperta congiunta delle soluzioni più adatte.

In questo modo sono proprio gli appartenenti all'organizzazione/azienda ad essere i protagonisti del cambiamento, in quanto l'intervento strategico si limita a fornire gli strumenti e le tecniche idonee, ma non certo i contenuti che devono essere decisi da chi poi dovrà attuarli.

Si ribalta così il concetto che esistano teorie generali, valide per ogni contesto, mentre al contrario gli interventi strategici perseguono solo quegli obiettivi e quei risultati specifici, consoni all'organizzazione stessa.

Tra le opportunità fornite vi sono: la capacità di formulare obiettivi fattibili, l'opportunità di imparare tecniche nuove per vedere le soluzioni, per riconoscere e fronteggiare i vari tipi di resistenza al cambiamento, la possibilità di aumentare le abilità comunicative, la capacità di formare e condurre team di lavoro, oltre all'acquisizione di nuovi punti di vista e prospettive.

Il questo senso la formazione in azienda è anche consulenza e innesco di un cambiamento costruttivo che produce risultati concreti.

A livello individuale, inoltre, un intervento strategico fornisce gli strumenti per migliorare la propria leadership e la resilienza (capacità di reggere dinanzi agli urti della vita).

Per le organizzazioni esistono corsi di formazione specifici e la Scuola di Specializzazione Manageriale in Comunicazione, Problem Solving e Coaching strategico rivolta agli 'agenti del cambiamento' nelle organizzazioni.

Per maggiori informazioni VAI AL SITO